LEGNORESINA®



GREEN PEA, IL PRIMO GREEN RETAIL PARK LEGATO AL TEMA DEL RISPETTO

Green Pea

Pavimenti a basso impatto ambientale o che trasmettono energia quando vengono calpestati, ma anche “elettronica rigenerata”, come per esempio elettrodomestici, smartphone e tablet, oppure abiti derivati da materiale riciclato

Green Pea finalmente ha aperto le porte, e lo ha fatto nel momento più difficile di sempre della nostra esistenza, quasi a certificare la volontà e la resilienza del popolo italico e dei suoi imprenditori. La sfida che lancia l’infaticabile Oscar Farinetti, titolare assieme al figlio Francesco di questa ultima iniziativa tutta Made in Italy è quella di “guardare un po’ più in là” e non solo vivere il presente: consumare si, ma farlo in maniera etica e sostenibile. Oscar Farinetti stesso afferma che “oltre il 90% degli scienziati dichiarano che abbiamo un modello di consumo divenuto oramai insostenibile, e quindi va cambiato fin da ora”.

Ecco perchè siamo arrivati a Green Pea, from duty to beauty

Grazie alle esperienze maturate con Unieuro, Fico, Eataly World, Farinetti Senior e Junior il 9 dicembre hanno inaugurato Green Pea, il primo Retail Park “verde” nato con lo scopo di fornire prodotti e servizi con il più basso impatto ambientale possibile. Lo slogan, from duty to beauty sarà il leit motiv che accompagnerà il visitatore di Green Pea, una struttura articolata su una superficie di 15 mila metri quadrati, distribuita su 5 diversi piani. L’architettura dello stabile ripercorre la storia del mitico Lingotto, essendone parte integrante, ma è stata resa contemporanea anche grazie ad un rivestimento esterno in legno costituito da alberi travolti dalla tempesta Vaia che nel 2018 distrusse buona parte di quell’insediamento forestale. Quel primo messaggio ci è chiaro ancora prima di entrare, e diventa quasi un monito, quello di non buttare via nulla ma invece reinterpretare tutto ciò che la natura ci mette a disposizione.

Green Pea

L’edificio inoltre è stato concepito per soddisfare all’89% le proprie esigenze energetiche, aspetto fondamentale per un progetto green di alto profilo. Le oltre 100 aziende partner che costituiscono 66 negozi che spaziano dall’abbigliamento, all’arredo, all’energia, ma anche alla mobilità e al tempo libero sono brand affermati e riconosciuti in Italia e nel mondo. Ma non solo: diverse start-up con idee innovative e green dialogano con i grandi brand per uno stesso obiettivo: la salute del pianeta. Oscar Farinetti durante l’inaugurazione alla stampa del 4 dicembre sottolinea inoltre: “abbiamo messo assieme aziende sostenibili al 100 per cento e quelle che per il momento non hanno raggiunto appieno questo target, ma che stanno investendo e lavorando per ridurre l’impatto ambientale”.

Green Pea

Vivere in armonia con il pianeta senza rinunciare al bello

Già con Eataly Oscar Farinetti aveva raggiunto un importante risultato, portare la cultura del vero cibo Made in Italy nel mondo; adesso ad attenderlo una nuova entusiasmente sfida con altre attività di consumo, che spaziano dall’abitare al vestirsi, allo stare in forma ma anche alla mobilità, alla tecnologia, alla cultura e molto altro.

Green Pea

Green Pea, the reason why

Green Pea

Durante l’intervista alla stampa Farinetti Senior afferma che “ Il pisello è un piccolo legume, rotondo come la Terra e verde come dovrebbe essere il nostro pianeta. Nel 2020 deve diventare cool comportarsi bene e il pisello verde sarà il simbolo di questa inversione di rotta nella produzione e nel consumo. È un’assoluta priorità. Dobbiamo smettere di consumare o consumare con rispetto? Green Pea risponde con un’idea: è il momento di valorizzare il lato bello e piacevole di comportarsi bene, nel rispetto della natura”. Questa visione di un business costruito sul benessere del pianeta (e quindi anche del nostro) è il fondamento costruttivo di tutta l’idea Green Pea enfatizzato quindi dall’elemento simbolo di questa rivoluzione verde.

Green Pea nel mondo

Il primo ovviamente è nato a Torino, dove Oscar e Francesco Farinetti giocano in casa. “Torino è una città creativa”, dice Farinetti, “È la città dove è nata l’automobile, il cinema, la radio, la moda, la telefonia. È qui che si è originata anche la prima cooperativa di lavoratori. Vogliamo che questa inaugurazione diventi una serendipity, un progetto nato durante un momento sfortunato ma che in futuro sappia diventare un fiore all’occhiello nel mondo”. Sono previste infatti aperture a Dubai, Parigi e New York, con la consapevolezza che questo nuovo format possa essere un concept innovativo e che possa far crescere ancora di più l’appeal del Made in Italy (sostenibile) nel mondo.

Salis partner Green Pea

Green Pea
Green Pea

Le superfici all’interno del building sono rappresentate da Casa Oikos, una importante realtà italiana del settore che ha all’attivo diversi shoowrooms in Italia ed in Francia.
Salis è stata selezionata da Green Pea attraverso il sodalizio con Casa Oikos come partner di riferimento del settore delle superfici in legno, questo grazie alla tradizione artigiana dell’azienda perugina, ma anche e soprattutto alla filosofia aziendale sempre attenta ad un uso accorto delle risorse, alla qualità dei legni proposti, sempre più a basso impatto ambientale, spesso di recupero o rigenerati, ed infine alla capacità di creare una comunicazione semplice ed efficace, sempre in linea con i tempi. L’intero team Salis, a partire dal Presidente Giovan Battista Simonetti e dei due figli Letizia e Giancarlo sono onorati di iniziare una nuova avventura all’interno di questo importante progetto Green che porterà ancora una volta l’Italia nel tetto del mondo per qualità, idee, innovazioni.

Compila il form per richiedere ulteriori informazioni

    Nome e Cognome*
    E-mail*
    Telefono*
    MQ.*
    Città*
    Come ci hai conosciuto?
    Sono interessato al prodotto
    Note

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.
    Acconsento al trattamento dei dati secondo la Normativa sulla Privacy